Forse, è meglio una sigaretta Chesterfield rispetto a San Tommaso e a San Francesco

31 Mar

San Tommaso non credeva finché non vedeva coi propri occhi.
Insomma, uno spione.
Ma, come molti, non ho mai capito perché lo han fatto santo?
Resto nel dubbio agnostico di non credervi, appunto.
Io non ho mai visto di persona San Tommaso, quindi, secondo me, non è esistito.
Tutte fandonie della religione che ci fa credere a quel che non possiamo vedere e toccar con mano.

San Francesco non aveva di meglio da fare che parlare tutto il giorno con gli uccelli? Uff, che palle.coffeecigarettesricominciodatre

Eros Ramazzotti – Alla Fine Del Mondo & Al Fin Del Mundo

31 Mar

Gli immortali di Jovanotti

31 Mar

Regia, camera e montaggio: Lorenzo Fonda

 

Spectre 007, Official Teaser

29 Mar

Killing Season, personale film

29 Mar

Sulle note della magnifica colonna sonora di Christopher Young, un omaggio a un film sottovalutato, non un capolavoro ma, sì, un gustabile movie di avventura.

Anche Marco Mengoni crede negli esseri umani alla Pirandello

27 Mar

Mission: Impossible Rogue Nation Trailer

25 Mar

Édgar Ramírez Into ‘Gold’ With Matthew McConaughey

20 Mar

From Deadline

EXCLUSIVE: The Zero Dark Thirty actor will be joining Matthew McConaughey in Black Bear Pictures’ upcoming mining drama. In the Stephen Gaghan helmed Gold, Ramirez will portray the role of geologist Michael Acosta opposite the Oscar winner’s role of prospector Walsh. Written by Patrick Massett and John Zinman and based on the true story about the 1993 Bre-X Mineral Corporation mining scandal, the pic revolves around the unlikely pair traveling to the Indonesian jungle in search of the highly valued soft metal of the title. Production begins in June with filming in New York, New Mexico and Thailand. Paul Haggis will EP Gold along with Richard Middleton. Along with McConaughey, other producers on the film include The Imitation Game’s Teddy Schwarzman, Michael Nozik through his Hwy61 banner, of which Haggis is a partner. Massett and Zinman also are producing.

Best known for playing 1970s terrorist Ilich Ramírez Sánchez in the 2010 miniseries Carlos, Ramirez’s more recent credits include David O. Russell’sJoy opposite Jennifer Lawrence and the Alcon reboot of Point Break, both of which are set for Christmas Day releases this year. Additionally, the actor stars as boxer Roberto Duran  in the biopic Hands of Stone opposite Robert DeNiro, who is also inJoy. Hands of Stone is scheduled to hit the big screen in October. Ramirez is repped by CAA, Impression Entertainment, and attorney Bob Wallers.

 

Quante volte son stato Vasco Rossi e Jake Gyllenhaal

16 Mar

NC_01229L’altra sera, ho criticato l’ultimo video della recentissima canzone del Blasco, “Sono innocente ma…”, ma appunto quante volte le sparo grosse, per “calcar la scena” d’estremi momenti di meraviglia.

Questa è più bella, quante volte penso alle cose che non torneranno mai…

Stanotte, ho dormito malissimo, assalito d’attacchi di panico simili a quelli di Don Rodrigo nel finale de “I promessi sposi”, quando ha la crisi di coscienza. Be’, non sono un “bravo” né un signorotto, un signorino, sì, dai, sudai, sbavai, questo sì, realizzando che il mio passato fu molte volte da Donnie Darko.

Quella faccia pulita, “schizofrenica”, assediata da dubbi perenni d’una permanente instabilità interiore, un “mattoide” col viso di Jake, con accenni alla Jack Nicholson.

Ho pensato è finita, poi mi risvegliavo il lunedì…

Arrivava la realtà

Io non voglio più vivere solo per fare compagnia… non mi diverto più…

L’occhio di Jake “stampigliato” sulla mia facciotta da schiaffi, “arzigogolato” nella mia incognita esistenziale da essere o non essere amletico, lunatico anche se, appena all’alba, già in gamba.

Uno sgambetto del cuore, un attimo d’incertezza, l’estemporanea paura tremenda di sentirsi tremolanti, proprio un fremito tremante, che non si arrestava come i miei mille pianti e non “piantarla” mai di lagnarmi. Le l(i)ane di questa giungla che è la citta nella tenerezza romantica del mio sbuffar (in)sincero dinanzi a un’altra (s)figa, un altro “anacoluto” della mia “via” arricciata come un naso pagliaccio.

Paure…

Dei miei che invecchiano, la nostalgia che mi (s)cavalca ton(itru)ante, le discussioni di Cinema con un “compagno di mer(ende)”.

Questo post non significa “niente”, ma forse c’è un significato…

E chi se ne frega dei significanti, delle “dietrologie” di (rim)pianger gli “orrori” commessi, compreso non comprare un film di Tobe Hooper, vero horror come se ne facevano una volta.

 

di Stefano Falotico

Il “De Mentis” bell(ic)o, trattato “j’accuse” che si sbellica di fronte a una famiglia borghese di dementi… che, di stalking, m’accusa(n) senza scuse…

15 Mar

01223501

… Con cui si scontrerà di nuovo in (c)appello!

Le mie son le urla d’un “vagabondo”, d’un “immondo”, d’un disperato che, però, dirimpetto a tal uomini “in pectore”, non si scappella e non mangia i tortellini, oppure, se preferite, i cappelletti.

Di fronte a questa schifezza, la mia ira (s)tira…, cari (s)tiratori “scelti” della borghesia ruffiana, arraffate, colpite di buff(ett)i e spaparanzatevi davanti, e “didietro”, al mio buffet.

Ché di “patate” vi contornate, mi sfottete da tor(n)i perché son “cotonato”, sì, amo non aver contorni, cibandomi unicamente della mia metafisica “mentina” senza “(s)fighe” su (ca)pel(l)i elettrizzati. Che sfigato! Gridatemelo.

Queste mie parole danzan soavi nel vostro piatto “prelibato”, c’incontreremo di (s)cont(r)o, cari osti che con me non avevate fatto “pen” i conti, in tribuna(le) elettorale, ove mi eleggerete poco da “elegia” e non elogerete la mia “mal(att)ia” aleggiante.

Di mel(in)a mi turlupinerete ancora, saran sol, poco Sole, che SOLA e solitudine, evviva Sansone, psichiche turbe nel vostro insultarmi d’offese turbinose e deturpanti, metti il turbo, dai, furfante, ridammi il mio fantino, son Falotico di bizzarro e non mi rizzo per le tue (ra)gazze che sghignazzano, tutt’ora di rischio azzardo e il fondo del barile, che “bile”, raschio, “innalzandotelo” perché “meriti” il tuo esser bravo “marito(zzo)” di melassa e Balanzone di panza. Non te la do vi(n)ta di b(r)ava. Son il Bravo! Imbizzarrito, mi sbizzarrisco in tal mio stile bizantino, senza la tua retorica stra(va)cca(ta), oggi vivo a Bisanzio, domani, gotico, è già passato Marzo, mio “marzapane” di ros(s)e gote. Non m’intimidisco, ti “liscio” e di striscio non ti faccio lo struscio. Ti (s)turo da “duro”. Son gran presa pel cul’. Son la pena alle tue pen(n)e. All’arrabbiata, detesto, di tal “testata”, il tuo farti passar, di passere, per giornalista che se “le” spassa. Non mi passò, ecco il ripasso, t’accerchio di compass(at)o. Tu, abbasso! Evviva Campobasso, località ove tu non hai traslocato ma che, di (lo)culetto sempre tuo, fa rima con la legge dei “contrabassi”, sì, son “bassissimo” e non ascolto “The Cure”, cantanti oramai (sor)passati d’un oscuro, adolescenziale passato senza cur(i)a ché son “suon(at)o” come la banda Bassotti, vai di Léon(e), a(g)nello di Dio da “Giovanna d’Arco”, nel Cinema “Malavita” di B(r)esson.

Son Cose Nostre, meglio dei Pater Noster e della tua donnetta con le sue cosette e la tua cas(s)etta.
Son incazzato! A bestia! La Via Latte(a)! Di tua glassa, non togliermi le mie  “tristi” galassie! Io son gelante di non esserti galante, non son grande di “glande”.

Battiato! Battuto! Sbattitene, evviva Battipaglia e il battiscopa di scientifico “scopone”.
Ti scop(r)o! Non ho alt(r)i scopi, son “piccolo” da miscroscop(p)io.

Eccomi, lupo contro i volponi!

 

di Stefano Falotico, firma assonanza di quasi rima baciata, mia incarnata stronza(ta)!

Meglio delle puttan(at)e!

(S)punta(mi)! Ecco che rispu(n)to!

Due punti, di virgola (o)metti(amo)!

 

Genius-Pop

Just another WordPress site (il mio sito, cinematograficamente, geniale)